2017 – cronologia prodotti

CIELO-TERRA / Lampada per De Padova. Una lampada lineare, di nessun ingombro, capace di portare la luce molto in alto. Pensata come naturale evoluzione in altezza della tipologia luminator, appare come un sottile palo regolabile che collega il pavimento al soffitto, dotato di due sorgenti luminose azionabili separatamente. /// CIELO-TERRA / light for De Padova. A linear lamp, very light, able to bring the brightness very high.  It was born as a natural evolution of the historic luminator typology, growing higher; it reveals itself as a thin adjustable pole that links the floor with the ceiling, with two light sources that can be operated separately.
www.depadova.it

3MILLIMETRI / Tavolo per De Padova. 3MILLIMETRI è un tavolo dall’immagine fortemente grafica, ha la leggerezza visiva di un foglio piegato e la robustezza del materiale con il quale è realizzato, l’acciaio. Ricavato da una sottile lastra mediante taglio laser, acquista la tridimensionalità per mezzo di una serie di pieghe che definiscono le gambe, gli appoggi a terra e i rinforzi strutturali. /// 3MILLIMETRI / table for De Padova. The 3MILLIMETRI table has a strong graphic image. It seems as light as a folded sheet of paper but is as robust as the steel with which it is built. It is traced on a thick steel sheet using lasercut technology, it becomes three-dimensional with folds that define the legs, the feet and the structural reinforcements.
www.depadova.it

FIUMARE / Tappeti per Karpeta. A partire da una ricognizione sulle fiumare calabresi, e con il proposito di restituirne una rappresentazione in chiave artistica, Silvia Destito ha realizzato dei monotipi con l’antica tecnica ebru. L’acqua è la protagonista invisibile dell’opera: inchiostri di vario tipo vengono usati per creare una sospensione tintoria sulla superficie di una soluzione a base di acqua; un foglio viene fatto passare rapidamente sul liquido in modo che l’acqua possa disegnare nelle sue fibre con i pigmenti colorati. Abbiamo scelto alcuni di questi monotipi come base di progettazione, li abbiamo reinterpretati e trattati per ottenere livelli dalle tinte evocative da sovrapporre in trasparenza per rievocare la stratificazione reale e concettuale delle fiumare. /// FIUMARE / carpets for Karpeta. From a survey on calabresi “fiumare” (a particular kind of river), and with the purpose of giving back a representation in an artistic key, Silvia Destito has realized some monotypes with the ancient technique of ebru. Water is the unseen protagonist of the work: inks of various types are used to create a dye suspension on the surface of a water-based solution; a sheet is quickly switched on the liquid so that the water can draw in its fibers with colored pigments. We chose some of these monotypes as the basis of design, we have reinterpreted them to obtain levels with evocative hues that we could overlay in transparency for evoking the real and conceptual layering of rivers.
www.karpeta.it

PUNTO PUNTO / Plaid e coperte per Lanificio Leo. Con il tessuto Punto Punto abbiamo continuato il ragionamento sul concetto di astrazione del segno nella rappresentazione figurativa su tessuto jacquard iniziato con il Punto Pecora. La base di lavoro è stato proprio il cartone che viene montato sul telaio jacquard per tessere il Punto Pecora. I cartoni sono fasce molto lunghe di elementi rettangolari forati collegati gli uni agli altri, che servono a trasmettere l’informazione grafica durante il processo di tessitura meccanica. Ogni sezione di questo cartone, composta da tre elementi, definisce come avviene il passaggio di un filo di trama. Abbiamo scelto un solo elemento del nostro cartone e lo abbiamo ingigantito e riprodotto su un nuovo tessuto. Il nuovo plaid contiene, ancora una volta, il logo del Lanificio Leo (una piccola pecora), ma il livello di astrazione è tale da rendere la pecora puro concetto. Dal Punto Pecora al Punto Punto. /// PUNTO PUNTO / Plaids and blankets for Lanificio Leo. With the fabric Punto Punto we went further on our researh about the concept of abstraction of the sign in figurative representation of jacquard fabric, that we began with the Punto Pecora. The starting point for this work was precisely the card which is mounted on the Jacquard loom to weave the Punto Pecora. The cards are very long cardboard bands of perforated rectangular elements which are connected to each other; they serve to transmit the graphic information during the mechanical weaving process. Each section of this card consists of three elements, and defines one weft insertion. We chose one element of our card and we have magnified and reproduced on a new fabric. The new plaid contains, once again, the Lanificio Leo logo (a small sheep), but the level of abstraction is such that the sheep is pure concept. From Punto Pecora to Punto Punto.
www.lanificioleo.it

ACHEROPITA / Arazzo per Progetto Designing Grand Tour. L’arazzo di Studiocharlie è ispirato a una porzione di colonna in marmo breccia rosso conservata presso il Museo dei Marmi MuMar di Soriano Calabro. Questa colonna spezzata ha vissuto una storia complessa ed esemplare. Fu Martino Longhi a portare a Soriano quattro colonne romane del III secolo d.C., provenienti da scavi archeologici, per impiegarle nell’altare maggiore della chiesa di San Domenico, e furono poi riutilizzate nel successivo altare settecentesco,  ma questo andò distrutto nel terremoto del 1783 assieme a gran parte della chiesa e del convento domenicano di Soriano: quello conservato è uno dei pochi frammenti superstiti.  /// ACHEROPITA / Tapestry for Designing Grand Tour. Studiocharlie’s tapestry was inspired by a piece of red breccia marble column preserved at Museo dei Marmi (MuMar) in Soriano Calabro. This broken column has experienced a complex and exemplary story. Martino Longhi brought in Soriano four Roman columns of the third century AD, from archaeological excavations, to use them in the main altar of the Saint Domenico church, and they were then re-used in subsequent eighteenth-century altar, but this was destroyed in the 1783 earthquake along with most of the church and the Dominican convent of Soriano: the one preserved is one of the few surviving fragments.
www.designinggrandtour.it

THIS IS A SQUARE / Cornice per Atipico. THIS IS A SQUARE è una cornice, fatta da quattro pezzi di legno e due vetri, che serve a rendere le cose quadrate. Qualsiasi cosa si metta all’interno, indipendentemente dalle dimensioni e dalle proporzioni, diventerà quadrata. /// THIS IS A SQUARE / frame for Atipico. THIS IS A SQUARE is a frame, made of four pieces of wood and two glasses, that you can use to make things squared. Everything you put inside it, don’t worry about size and proportions, it becomes a square.
www.atipiconline.it